Ambiente

Utilizzo del Suolo

La conoscenza delle modalità di utilizzo della terra è la prima tappa necessaria alla sua corretta gestione, in vista di un utilizzo sostenibile e nell'ottica dei cambiamenti climatici

Il suolo è un corpo naturale che ricopre, interrotto solo dai ghiacci, dalle acque e dalle rocce nude, la maggior parte delle parti emerse della superficie terrestre e rappresenta il supporto di tutta l'attività biotica all'interno degli ecosistemi terrestri. Rappresenta, inoltre, un corpo vivente in continuo divenire, composto da particelle inorganiche, sostanze organiche, aria ed acqua, in cui si esplicano i cicli biogeochimici necessari per il mantenimento degli esseri viventi sulla superficie del pianeta. Il suolo è una risorsa di fondamentale importanza, che assicura una serie di funzioni chiave a livello ambientale, sociale ed economico.

Sapere come è utilizzato il suolo è il primo passo per la sua corretta gestione, in un’ottica di utilizzo sostenibile e nel contesto di cambiamento climatico.

All’interno dell’Osservatorio del Monte Bianco sono stati presi in considerazioni tre indicatori correlati all’utilizzo del suolo: la superficie agricola, la superficie forestata, la superficie naturale

Ripartizione indicatori utilizzo suolo:

La superificie naturale è preponderante rispetto agli altri utilizzi del suolo presi in considerazione. Il territorio dell’Espace Mont Blanc è infatti un luogo caratterizzato da alta naturalità.

Evoluzione superficie naturale:

In alta savoia si osserva una riduzione della superficie naturale, particolarmente drastica nel 2009 conseguentemente a quale evento. Il dato per la Valle d’Aosta è disponibile solo puntualmente e si attesta su un’altra scala (nel 2014, la superficie naturale in valle d’aosta è il 30% di quella francese - NB: sussistono differenze relative alla superficie totale)

Superficie agricola utilizzata:

Questo indicatore misura l’evoluzione della “SAU - Superficie agricola utilizzata” nell’Espace Mont-Blanc, che comprende tutte le superfici arabili nonché i prati permanenti, i terreni destinati al pascolo, le colture permanenti e i vivai.

Superfici forestali:

Questo indicatore misura la variazione della superficie boscata nei comuni dell’Espace Mont-Blanc, considerando tanto le foreste naturali quanto quelle piantate, ad esclusione delle zone di produzione agricola e dei parchi urbani.

Superfici naturali:

Questo indicatore misura l’estensione delle superfici che, all’interno del perimetro dell’Espace Mont-Blanc, sono identificate come SIC – Siti d’importanza comunitaria e ZPS – zone di protezione speciale, seconde la direttiva europea 92/43/CEE “Habitat”.

Torna su